Bitcoin Vicino a $16.000 dopo che Powell mantiene bassi i tassi di cambio, si impegna Infinite-QE

Il prezzo di un singolo Bitcoin [quasi] ha raggiunto i 16.000 dollari mentre i trader valutavano una combinazione di macro catalizzatori di supporto.

Uno di questi è stato l’incontro di novembre del Federal Open Market Committee (FOMC). Giovedì, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha ribadito che il peggioramento della pandemia di coronavirus pone rischi estremi per l’economia statunitense. Ha anche espresso preoccupazione per l’esaurimento dei risparmi delle famiglie americane dopo lo scioglimento delle precedenti misure di stimolo.

Le dichiarazioni hanno sottolineato il dollaro USA. Giovedì, il biglietto verde è sceso dello 0,94 per cento, mentre i colloqui su un aumento della spesa della banca centrale minacciavano di danneggiare il suo potere d’acquisto. Il suo calo ha spinto gli investitori a cercare opportunità altrove, con Immediate Edge che si è rivelato un candidato ideale grazie alla sua costante tendenza al rialzo rispetto alle due settimane precedenti.

Powell si è impegnato a continuare a sostenere l’economia mantenendo i tassi di interesse di riferimento vicino allo zero per almeno tre anni. Nel frattempo, ha anche proposto di effettuare aggiustamenti al rialzo nel programma di acquisto di asset della Fed. Attualmente la banca acquista titoli del Tesoro e titoli garantiti da ipoteca per un valore di 120 miliardi di dollari.

Salti di dollari

La criptovaluta è aumentata fino al 18% dopo l’incursione di PayPal nel settore della criptovaluta il 21 ottobre. In seguito, l’incertezza delle elezioni presidenziali americane, seguita dalla prospettiva di una vittoria di Joe Biden contro Donald Trump, ha contribuito a prolungare ulteriormente la sua corsa al rialzo (leggi qui).

Gli investitori si affollano in Bitcoin dopo le osservazioni pro-inflazione della Fed.

Come già detto in precedenza, il candidato democratico ha promesso ai suoi elettori che avrebbe aumentato la spesa pubblica per aiutarli a superare la pandemia che ha colpito l’economia. Pertanto, gli investitori prevedono che il signor Biden, in qualità di prossimo presidente degli Stati Uniti, presenterà un grazioso pacchetto di stimoli – con una base di almeno 2.000 miliardi di dollari.

Fed vuole uno stimolo

Powell ha anche sottolineato la necessità di un più ampio sgravio fiscale per mitigare l’impatto del coronavirus sugli americani, aggiungendo che ciò contribuirebbe ulteriormente ad evitare fallimenti e danni a lungo termine al mercato del lavoro.

„Avremo una ripresa più forte se riusciremo a ottenere almeno un po‘ più di sostegno fiscale, quando sarà opportuno e nelle dimensioni che il Congresso riterrà opportune“, ha aggiunto il presidente della Fed.

Nel complesso, una nuova liquidità in dollari nell’economia statunitense ne limiterebbe l’attrattiva come rifugio sicuro, come era successo dopo il pacchetto di stimolo del marzo 2020. Questo spiega in qualche modo il motivo per cui la Bitcoin ha avuto un’impennata subito dopo la riunione della FOMC.

Mi aspetto che il Bitcoin torni ai massimi storici entro gennaio 2021″, ha detto l’analista di mercato Parabolic Thies. „La pazzia di un’encierro si verificherà da quel momento in poi“.

Nel frattempo ha avvertito che la criptovaluta rischierebbe di correggere di almeno il 30 per cento durante l’attuale corsa dei tori.